Jump to content
Sign in to follow this  
labattazza

Manopole riscaldate: alternative alle OXFORD?

Recommended Posts

10 ore fa, Lex ha scritto:

Le Tecnoware Globe non le connosco proprio ma paragonandole alle Daytona, non vedo  perchè dovrei pagare il doppio per ottenere la metà della potenza. 28.8W mi sembrano un po poco. Prova a mettere le Dayton a 50%.

Lex in effetti 28,8W mi sembra poco come potenza, mi piacciono per il comando integrato sulla manopola sx,sono molto tentato dal provarle,anche perché in questo periodo la moto non la uso,ho già dato in inverno è mai usato manopole riscaldate,ma a volte in autunno e primavera se ne sente il bisogno!!!😏😏😏

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, one1 ha scritto:

Lex in effetti 28,8W mi sembra poco come potenza, mi piacciono per il comando integrato sulla manopola sx,sono molto tentato dal provarle,anche perché in questo periodo la moto non la uso,ho già dato in inverno è mai usato manopole riscaldate,ma a volte in autunno e primavera se ne sente il bisogno!!!😏😏😏

Be.. diciamo che il sistema delle manoppole riscaldate non è il più efficent. È un po come attaccarsi i termosifoni alla facciata della casa ed aspettare che dentro si riscaldi.

Il brutto è che piu calano le temperature, più aumenta lo spessore dei guanti. La manoppole devono quindi avere la potenza per passare l'isolazione e mandare un po di caldo al interno. Se sono troppo deboli, dentro non arriva niente. Seondo me a 30W non vale neanche la pena provarle.

L'efficeza scarsa è una delle raioni perche le manoppole riscaldate sono piu per la primavera/autunno. In inverno, con i guantoni veri e propri servono poco. Inanzitutto per l'isolazione molto spessa dei guanti, poi perche appena lasci il manubrio per 2 secondi si raffredano (un po dipendente dal modello di paramani).

Per l'inverno ci vorrebbero proprio i guanti riscaldati. Li allora la situazione cambia. Avendo il riscaldamento al interno del isolazione, basta pochissimo a riscaldare e mantenere una certa temperatura. In quel caso 30W bastano e ce ne cresce.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho ricevuto da babbo natale dei sottoguanti riscaldati.

Nella.letterina non ho chiesto i guanti veri e propri per 3 motivi sostanzialmente:

Ho speso l anno scorso una fucilata per un paio di guantoni invernali della revit

I produttori di abbigliamento riscaldato saranno anche bravissimi con le resistenze ma diciamo che a livello di sicurezza in casa di malaugurata caduta non mi ispirano troppo.

Il goretex è per me un must e non mi pare di aver visto guanti riscaldati con tale membrana.

Sulla carta i sottoguanti ti permettono di usare qualsiasi tipo guanto e unirlo al riacaldamento.

Devo ancora provarlo, appena riesco vi fo recensione

Ciao!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 29/12/2018 in 12:20 , one1 ha scritto:

Lex in effetti 28,8W mi sembra poco come potenza, mi piacciono per il comando integrato sulla manopola sx,sono molto tentato dal provarle,anche perché in questo periodo la moto non la uso,ho già dato in inverno è mai usato manopole riscaldate,ma a volte in autunno e primavera se ne sente il bisogno!!!😏😏😏

Io le avevo prese in considerazione, ma effettivamente il prezzo non è basso. Se le prendi fammi sapere, mi incuriosiscono, e se il commutatore si raggiunge facilmente.

Io uso anceh le moffole e probabilmente sarebbero parzialmente coperte, nel mio caso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 30/12/2018 in 00:12 , Lex ha scritto:

Be.. diciamo che il sistema delle manoppole riscaldate non è il più efficent. È un po come attaccarsi i termosifoni alla facciata della casa ed aspettare che dentro si riscaldi.

Il brutto è che piu calano le temperature, più aumenta lo spessore dei guanti. La manoppole devono quindi avere la potenza per passare l'isolazione e mandare un po di caldo al interno. Se sono troppo deboli, dentro non arriva niente. Seondo me a 30W non vale neanche la pena provarle.

L'efficeza scarsa è una delle raioni perche le manoppole riscaldate sono piu per la primavera/autunno. In inverno, con i guantoni veri e propri servono poco. Inanzitutto per l'isolazione molto spessa dei guanti, poi perche appena lasci il manubrio per 2 secondi si raffredano (un po dipendente dal modello di paramani).

Per l'inverno ci vorrebbero proprio i guanti riscaldati. Li allora la situazione cambia. Avendo il riscaldamento al interno del isolazione, basta pochissimo a riscaldare e mantenere una certa temperatura. In quel caso 30W bastano e ce ne cresce.

Io mi ero fatto due conti sugli assorbimenti, anceh io temevo un po'  per tutto l'impianto nel caso si accendessero manopole fari e faretti. Ma effettivamente dovrebbe farcela, poi ho visto che col collegamento diretto a batteria del regolatore la tensione è più stabile.

Con motore non molto caldo ho 14,5v al minimo e 14, 7 a 5.000 giri, senza accendere nulla.

Accendendo fari, fendinebbia (il retronebbia è led e praticamente no nassorbe, avrei potuto attaccarlo alla posizione!) e manopole alla metà avevo ancora 13,9V!!!

Penso che mi sistemerò facendo dei distanziali torniti, così sono anche più tranquillo col paraleve di destra che no rischia di interferire con la rotazione della manopola.

Io uso anceh le moffole, perché con temperature sotto zero guidare per una oretta anceh con le manopole diventa dura. Il palmo ancora ancora regge, anche con i guanti spessi, ma il dorso soffre.Conle moffole sono andato a -12 senza problemi. E come dicevaqualcuno, neanche io m fido della sicurezza di guanti riscaldati, in caso di caduta (e in inverno direi è anche più facile scivolare!). PReferisco dei guanti certificati con manoopole e moffole, e vado più sereno.

Ora sono a caccia di un tornio, per un lavoro di 10 minuti!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 1/1/2019 in 18:42 , labattazza ha scritto:

i. E come dicevaqualcuno, neanche io m fido della sicurezza di guanti riscaldati, in caso di caduta (e in inverno direi è anche più facile scivolare!).

A parte il fatto che anche i sottoguanti riscaldati sono un ottima soluzione....

Non è che non esistono i guanti rscaldati che possano anche andare bene dal fattore sicurezza. Ci sono. Bisogna solo trovare quelli che sono veramente previsti per la moto. Prche spesso sono fatti piu per lo sci, ski-doo, gite invernali ecc. allora quellli magari hanno anche la membrana ecc. ma come robustezza in caduta sull asfalto non valgono niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 1/1/2019 in 18:38 , labattazza ha scritto:

Io le avevo prese in considerazione, ma effettivamente il prezzo non è basso. Se le prendi fammi sapere, mi incuriosiscono, e se il commutatore si raggiunge facilmente.

Io uso anceh le moffole e probabilmente sarebbero parzialmente coperte, nel mio caso

Arrivate,le ho provate con un alimentatore switching e scaldare scaldano (+ o - delle originali o delle oxford non saprei per adesso non ho paragoni).

Appena riesco le monto,è a questo proposito vi chiedo; volendo collegarle alla presa servizi che è sotto la carena anteriore (connettore sotto chiave) si deve usare un relè o si può evitare???🤔🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao One alla fine mi son perso e non so più quali hai montato. Relè o meno dipende dall assorbimento delle manopole il cablaggio.li dietro.mi pare sia protetto da un fuse a 10A 

Va da se che assorbi più di 140w ti si brucia il fusibile. Occhio che il.fusibile protegge il cavo che è di sezione ridotta mettere un fusibile fa 15A (che potrebbe sembrare una soluzione semplice e a basso costo) è una pessima idea perché  pericolosa.

Peraltro honda sulla.sua presa accessoria suggerisce di non superare i 2A (parenti di 28w) 

Insomma io nel dubbio tirerei,  ovviamente sotto fusibile, un bel cavo di sezione abbastanza generosa direttamente dalla.batteria e userei il positivo sottochiave dietro al faro per comandare il relè, così sei ragionevolmente sicuro di aver fatto un lavoro ben fatto e comunque con una linea separata dall'impianto originale che puoi usare eventualmente per dei faretti, navigatore, faretti o quant' altro ti dovesse servire in futuro.

Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Gand ha scritto:

Ciao One alla fine mi son perso e non so più quali hai montato. Relè o meno dipende dall assorbimento delle manopole il cablaggio.li dietro.mi pare sia protetto da un fuse a 10A 

Va da se che assorbi più di 140w ti si brucia il fusibile. Occhio che il.fusibile protegge il cavo che è di sezione ridotta mettere un fusibile fa 15A (che potrebbe sembrare una soluzione semplice e a basso costo) è una pessima idea perché  pericolosa.

Peraltro honda sulla.sua presa accessoria suggerisce di non superare i 2A (parenti di 28w) 

Insomma io nel dubbio tirerei,  ovviamente sotto fusibile, un bel cavo di sezione abbastanza generosa direttamente dalla.batteria e userei il positivo sottochiave dietro al faro per comandare il relè, così sei ragionevolmente sicuro di aver fatto un lavoro ben fatto e comunque con una linea separata dall'impianto originale che puoi usare eventualmente per dei faretti, navigatore, faretti o quant' altro ti dovesse servire in futuro.

Ciao!

Ciao Gand,

le manopole sono le Tecnoglobe.

28,8w non tanto come potenza,ma per stare tranquillo penso che farò come hai suggerito tù con un cavo dedicato dalla batteria

e relativo fuse.

8899F5FA-5FFB-4DA9-895A-249306834944.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Honda secondo me ha le idee molto confuse. Dice max 2A nella presa ma poi ci mette un fusibile da ben 7.5A.
Io comunque, sapevatelo, c'ho attaccato (qualche settimana fa ho rimosso le carene per controllare i filtri ) per 5 minuti cronometrati il compressorino portatile (che è dato per 6A di assorbimento) e non è successo nulla. Riesce a portare la posteriore a quasi 3.0 bar (giusto per la cronaca) e alla fine non si tiene in mano da quanto è caldo. Però la presa da 12v non ha battuto ciglio.
E' stata un prova fatta cosi tanto per fare, normalmente l'attacco alla 12v che ho messo sotto la sella diretta alla batteria con fusibile da 10 A.
E non è neanche la prima volta, visto che anche in un'altra Africa era stato attaccato alla 12v senza che succedesse nulla.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Mc,

ci sta assolutamente. Del resto con un fusibile a 10A non poteva saltare.

Il problema è che spesso si pensa che i fusibili servano a proteggere quello che sta a monte o a valle del cavo, la verità è che nella stragrande maggioranza dei casi in questo tipo di applicazione stanno li a proteggere il cavo stesso. Salvo collegare qualcosa con assorbimenti molto elavati 5 minuti a 6A nominali probabilmente non sono sufficienti a far scaldare talmente tanto il cavo da fagli bruciare la guaina e mandare tutto in corto. 

Resta il fatto che i cavi dietro il faro non sono di sezione notevole e quindi non sono adeguati (anche se piuttosto corti) a sopportare correnti elevate a lungo. Peraltro più il cavo si scalda e meno conduce peggiorando il quadro generale. I 2A di honda sono probabilmente molto prudenziali, del resto spesso gli assorbimenti di molti accessori son dichiarati a cazzo e campana e  una serie di strand roventi che bruciano la guaina e sono pronti ad andare in corto appena toccano una parte in metallo sulla moto mentre stanno sotto ad un serbatoio in metallo pieno di benzina sono un' idea ben poco attraente (e in questo senso preferisco esser molto prudente anche io)

Alla fine della fiera portare un cavo con una sezione discreta dalla batteria e mettere un rele è un lavoro da 5 minuti e a meno di far porcate permette di mettersi al riparo da "saldature" non gradite.

Io sono un po' paranoico sull argomento perchè in passato ho visto su impianti elettrici delle auto lavori amatoriali che voi umani non potreste immaginare, robe che i proprietari, solo per miracolo non hanno visto i raggi gamma balenare alle porte di Tannhauser...😉😉😉

 

Edited by Gand

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al link il montaggio delle originali,se non capisco male anche Honda prende l’alimentazione direttamente dalla batteria……🤔🤔

o mi sono perso qualche cosa………o forse dal connettore sotto la,sella passeggero!!!🤔🤔

http://www.access-honda.com/upload/files/Оригинальные рукоятки с подогревом для мотоцикла Honda CRF1000L Africa Twin 08T70MJNA01 (08T70-MJN-A01).pdf

Edited by one1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gand è sacrosanto che un cavo sottodimensionato rispetto alla corrente che lo attraversa tende a scaldare e condurre meno.
Io non ho spellato i cavi originali Honda (per ovvii motivi) ma cosi a naso mi sono sembrati cavi da circa 0.5 mm2 (1 mm diametro esterno) almeno osservando il cavo a Y che vende Honda (ripeto, non li ho spellati) e se cosi fosse in teoria quanti ampere potrebbero reggere in sicurezza ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, vi posso portare la mia esperienza personale.

Magari faccio anche un post dedicato a mo' di recensione, ma vi dico le mie impressioni in breve.

Le sto usando da un paio di giorni, al mattino la temperatura è tra gli 0°C e i -3°C,  non ho ancora potuto mettere le moffole e ho solo i paraleve Acerbis con gli spoiler. Per sicurezza ho messo dei sottoguanti in finta seta. Con le manopole in posizione 2 (su 4) il palmo è quasi bollente, mentre le dita rimangono tiepide. Devo però tenere le dita avvolte alla manopola perché se le tengo appoggiate sulla leva come si fa sempre con freno e frizione si raffreddano di brutto.

Questione cavi: io ho portato dei cavi separati: 1 per fari H4 (alla fine l'ho tenuto, vista l'esperienza del connettore relè bruciato per via delle vecchie connessioni non mi fido moltissimo dell'impianto trentennale 😉 ) 1 per i faretti antinebbia H7, 1 per i servizi come presa usb e manopole. Avevo in garage quello 4mmq. Arrivato in prossimità delle utenze dai connettori sono uscito con quelli da 2,5 mmq. Mi ha stupito il cavo di serie delle manopole: veramente minimi, dei capelli! e si che dovrebbero portare una 50ina di watt! Per ora non ho accorciato i cavi, li ho stesi bene nel cupolino e protetti con spiralina. Volevo esser sicuro che funzionasse tutto, prima di accorciarli. La prossima volta che smonto il cupolino penso di accorciarli alla lunghezza giusta e probabilmente sostituisco il fusibile.

Infatti è del tipo di vetro, a cilindro, e nella posizione in cui rimane è impossibile aprirlo senza smontare tutto. Oltretutto essendo di vetro è meno facile trovare il ricambio, se mi si rompe lontano da casa e per sfiga non ho il pezzo dietro.  Credo metterò un classico portafusibile stagno e via.

Per ora mi trovo bene, sto facendo tornire i due distanziali così sarò libero di mettere le moffole ed eliminare gli spifferi nelle maniche se si sposta il guanto (e in caso di pioggia evito di infradiciare i guanti, dopo qualche ora giocoforza un po' di umdo entra ovunque).

Molto soddisfatto dell'acquisto, circa 65€ su Amazon, se ben ricordo.

 

Come dice Lex una buona soluzione possono essere i sottoguanti riscaldati, così da non rinunciare alla protezione di un buon guanto tecnico. Avevo visto qualcosa l'anno scorso, per curiosità do un occhio prossimamente.

 

PS: nei messaggi sopra, quando parlate di dove attaccarvi per le manopole se direttamente allapresa usb o alla battteria, vi riferite alla CRF? Come diceva Gand io anche preferirei sempre e comunque un cavo dedicato, protetto con guaina e spiralina. Se posso dare un consiglio, mettete solo la spiralina e magari il nastro adesivo di stoffa nei punti critici. Io ho messo anche  la calza antitaglio ma ho scoperto facendo una prova dopo che ho chiuso tutto che non è ignifuga come pensavo. Ho dato fuoco con un accendino a una estramità e la fiamma si propagava!!!  Orrore! La prossima volta che smonto, la tiro via tagliandola longitudinalmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, labattazza ha scritto:

Per ora mi trovo bene, sto facendo tornire i due distanziali così sarò libero di mettere le moffole ed eliminare gli spifferi nelle maniche se si sposta il guanto (e in caso di pioggia evito di infradiciare i guanti, dopo qualche ora giocoforza un po' di umdo entra ovunque).

A proposito di guanti riscaldati con membrana e la pioggia....

Se usi le moffole e i guanti rimangono veramente asciutti questo non ti interessa molto, ma nei altri casi, dove i guanti si bagnano...

La membrana in effetti è un telo con dei pori/buchi di grandezza ben definita. Sti pori sono parecchio più grandi della molecola di vapore più grande possibile ma parecchio più piccole della goccia d'acqua più piccola possibile. Per questo che il vapore riesce a passare la membrana, mentre l'acqua no. Solo che questo meccanismo funziona in entrambi le direzioni e per fare passare il vapore da una parte al altra della membrana ci vuole una ragione, il gradiente di tensione di vapore. Cioè se da una parte della membrana c'è più tensione di vapore che dal altra, il vapore vorrebbe equilibrare la situazione e quindi passa dalla parte con più pressione dalla parte con meno pressione. Normalmente la parte con più tensione di vapore e la parte interna.  Per questo che il vapore/sudore normalmente esce mentre l'acqua non entra.

Solo che se piove e la pelle esterna dei guanti si bagna mentre le manoppole la scaldano, la tensione al esterno diventa maggiore a quella interna e il vapore tende ad entrare invece di uscire. Allora e molto probabile che a lungo andare il vapore penetri nel insolazione, la bagni e in seguito si raffreddano le mani. Quindi se piove è meglio spegnere il riscaldamento o almeno tenere asciutti i guanti con dei sopraguanti stagni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 hours ago, mc0676 said:

Gand è sacrosanto che un cavo sottodimensionato rispetto alla corrente che lo attraversa tende a scaldare e condurre meno.
Io non ho spellato i cavi originali Honda (per ovvii motivi) ma cosi a naso mi sono sembrati cavi da circa 0.5 mm2 (1 mm diametro esterno) almeno osservando il cavo a Y che vende Honda (ripeto, non li ho spellati) e se cosi fosse in teoria quanti ampere potrebbero reggere in sicurezza ?

Ciao dear, 

Difficile da dire con precisione, bisogna vedere l intera lunghezza del cavo e alcune sue caratteristiche e dove finisce a massa sul telaio se fosse 0.5 mm2 e un giro di cavo di 2 metri dovrebbe avere una perdita di circa 5% del voltaggio (in genere il limite max accettabile per applicazioni automotive) intorno ai 6/7a

Se come temo son più fini (penso a 22awg - 0,33 mm2) starei nella parte bassa di 6.

Se i cavi sono ragionevolmente corti insomma un a spanne  80 watt a motore acceso *dovrebbero* reggerli. Se il cavo facesse 3 volte il giro della moto (per assurdo) a voltaggi così bassi invece bisognerebbe stare ben più bassi con gli assorbimenti.

Prima che il cavo si scaldi cosi tanto da bruciare la guaina (pensando che la guaina sia decente) devi spingerti oltre e questo spiegherebbe il fusibile da 10A di honda a estrema protezione del cavo. 

A motore spento chiaramente peggiora il quadro generale. Se ci sono contatti ossidati, anche. 

Se non ho capito male dietro al cupolino andrebbero ad allacciarsi anche eventualmente i fendi, quindi sullo stesso cavo insisterebbero sia quelli che l accendisigari. Ipotizzando che i faretti assorbano sui 28w (2A) ne resterbbero 4 scarsi per l accendisigari. Contando che all atto pratico se ti dicono di non attaccarci più di 2A come minimo l utente medio collega qualcosa che ne assorba 4 ecco che la raccomandazione di honda ci sta :)

Inoltre tornerebbe anche il fusibile da 7.5A sul connettore dell accendisigari, su un pezzo di cavo così corto ci stanno. Diciamo 2a i faretti dai 10 totali te ne rimangono 8. Un fuse da 7,5 ha senso.

Scusati il post kilometrico 😅

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 hours ago, one1 said:

Al link il montaggio delle originali,se non capisco male anche Honda prende l’alimentazione direttamente dalla batteria……🤔🤔

o mi sono perso qualche cosa………o forse dal connettore sotto la,sella passeggero!!!🤔🤔

http://www.access-honda.com/upload/files/Оригинальные рукоятки с подогревом для мотоцикла Honda CRF1000L Africa Twin 08T70MJNA01 (08T70-MJN-A01).pdf

Figaro, 20 pagine😳 Caz si fa prima a sostituire un cuscinetto nel cambio che a montare le manopole 😂

Ho guardato velocemente ma direi che si collega al connettore sotto la sella. Lo schema finale ti dice solo com'è lo schema elettrico mentre ti fanno aprire il vano batteria per scollegarla prima di lavorare sull impianto.

Ciao :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Gand ha scritto:

Figaro, 20 pagine😳 Caz si fa prima a sostituire un cuscinetto nel cambio che a montare le manopole 😂

Ho guardato velocemente ma direi che si collega al connettore sotto la sella. Lo schema finale ti dice solo com'è lo schema elettrico mentre ti fanno aprire il vano batteria per scollegarla prima di lavorare sull impianto.

Ciao :)

Grazie Gand,

ma in questo caso serve mettere un relè???🤔🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate ma le manopole riscaldate originali HONDA dove le attaccano ? Se va bene per le originali che avranno il doppio di potenza andrà bene anche per le Tecnoware di 30W.

Poi raga...  30W sono +/- la metà di una H4 eh... A 12V sono 2.5A e calcolando a 14V sono malapena 3A. 

Io normalmente sono SEMPRE per relè e impianti separati, ma per si e no 3 A sarei quasi tentato di lasciar perdere... quasi...  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Lex,

se guardi il post di One1 con le istruzioni di montaggio dandoci un occhiata veloce sembrano collegarsi al connettore a 6 poli sotto la sella del passeggero.  Le originali in modo molto spannometrico dovrebbero essere approx 23W ciascuna per un totale di poco meno di 50 w (3A abbondanti a motore acceso)

Peraltro ora mi viene un dubbio, visto che le Tecnoglobe sembrano scaldare bene, e che di fatto stiamo parlano di resistenze e non di robe più complicate in cui magari si riesce a far la differenza lavorando sull' efficienza,  non e' che sono da 30w l' una?

CIao

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Gand ha scritto:

Ciao Lex,

se guardi il post di One1 con le istruzioni di montaggio dandoci un occhiata veloce sembrano collegarsi al connettore a 6 poli sotto la sella del passeggero.  Le originali in modo molto spannometrico dovrebbero essere approx 23W ciascuna per un totale di poco meno di 50 w (3A abbondanti a motore acceso)

Peraltro ora mi viene un dubbio, visto che le Tecnoglobe sembrano scaldare bene, e che di fatto stiamo parlano di resistenze e non di robe più complicate in cui magari si riesce a far la differenza lavorando sull' efficienza,  non e' che sono da 30w l' una?

CIao

Ah bo eh.. ma sarebbe proprio una fesseria dichiarare la potenza per una manopola sola.  I Watt sono un po un argomento do vendita, quindi dovrebbero essere interessati a tenere quel numero più alto possibile.

Comunque per calcolare l'assorbimento a motore acceso bisogna fare il calcolo tramite la resistenza, perché è l'unica costante.

Se le originali HONDA hanno 23W ciascuna, insieme hanno 46W, sempre a 12V, quindi l'assorbimento è di (46W/12V=) 3.8A e la resistenza è di (12V/3.8A) 3.1 Ohm

A motore acceso avrà intorni ai 14V quindi non sono piu 46W ma (14V/3.1 Ohm=) 4.5A di assornbimento e la potenza sale a (14 V x 4.5 A=) 63 W

Vabbè che della CRF non me ne intendo una mazza e non mi interessa neanche granché, ma possibile che nessuno abbia uno schemino e sappia dire se c'è un relè e quanto possa reggere di fusibile ? Poi non cera anche un attacco per utenze sotto li dalle parti dei fari ? Boo ... solo 2 delle cose che non riesco a capire in quella moto 😉

Poi in dubbio metterei un bel filo sotto fusibile direttamente dalla batteria, un relè e via... Poi semai può servire anche per altre utenze

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Lex,

Forse sto facendo male i conti io (ci sta son fuso) ma

dal manuale di installazione del originali sappiamo che devono avere una resistenza di 8.2 ohm

sappiamo che a motore accesso abbiamo circa 14v

per la relativa legge

w = (v * v) / ohm = (14x14)/8.2 = 196/8.2 = 23.9W

e quindi ciascuna assorbe 1,7 A

O mi sfugge qualcosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La potenza delle utenze come lampadine, ecc. andrebbe sempre dichiarata come  potenza nominale a 12V. Infatti se guqardi sulla scatola di una H4 c'è sempre scritto 55/60W 12V, o se prendi una lampadina normale trovi 35W 12V. Se poi a motore acceso la fai lavorare a 14V è un altro conto e i 35W non sono piu 35W (perche sono 35W solo a 12V). A 14V i 35W facendo il calcolo tramite la resistenza, diventano 47W/14V.

 

Se tu dici che le originali hanno 8.2 Ω, dovrebbero essere 8.2 Ω a 12V e quindi (V / Ω = A) cioè 12V / 8.2 Ω = 1.46 A e di seguito (V x A = W) cioè 12V x 1.46A = 17.52W

Quindi la potenza nominale in realtà è di 17.52W/12V e da li non si scappa !

Ora andiamo a vedere come loro arrivano ai 23W dichiarati.

A motore acceso a 13.75V sono (V / Ω = A) cioè 13.75V / 8.2 Ω = 1.68 A  e di seguito (V x A = W)  cioè  13.75V x 1.68A = 23.1 W   (Eccole Qua)

 

Sono dei disgraziati! Invece di dichiarare la Potenza nominale a 12V come sarebbe normale, hanno dichiarato la potenza sotto carica a motore acceso a 13.75V !

Furbi ! Gia che c'erano avrebbero potuto dichiarare la potenza a 20V (senza specificare) cosi arrivavano a 50W anche loro. B)

Forse una ragione perché qualcuno le considera più tiepide che calde.

Edited by Lex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto per essere precisi,23,1w di una sola manopola vero?????🤔🤔🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao One, si a manopola.

Lex in realtà non so se le dichiarano da qualche parte, a 23 ci son arrivato io partendo dalla resistenza usando il voltaggio a motore acceso. :)

Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...